Pages

venerdì 10 settembre 2010

Giornate Europee del Patrimonio a Cernusco: due giorni di iniziative

Uno spettacolo di acrobazie aeree, musiche e fuochi d’artificio, visite guidate ad alcuni luoghi significativi del patrimonio culturale cittadino ed un concerto per fiati ed archi eseguito con strumenti d’epoca.
Così il Comune di Cernusco sul Naviglio aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio in programma il 25 e 26 settembre. Nate su iniziativa del Consiglio d’Europa e della Commissione europea, queste Giornate vogliono favorire il dialogo e la conoscenza reciproca delle diverse identità culturali dei Paesi membri dell’Unione Europa.
“Alla scoperta dei tesori cernuschesi” è il titolo scelto per le manifestazioni cernuschesi che prenderanno il via già il 19 settembre quando in piazza Unità d’Italia, a partire dalle ore 21, funamboli e trapezisti si esibiranno in evoluzioni aeree corredate da musica e fuochi d’artificio che avranno come sfondo la facciata settecentesca di Villa Biancani-Greppi.
Domenica 26 settembre, invece, si terrà l’appuntamento più importante – una novità per i cernuschesi – quando entrerà in scena il patrimonio artistico della città. A partire dalle 9.30 inizieranno le visite guidate gratuite (le successive alle ore 10-10.30-15-15.30-16 e per tutte bisogna prenotarsi allo 02.9278444) che condurranno i visitatori al Santuario di S. Maria Addolorata, la più antica Chiesa di Cernusco risalente al X secolo, ai Giardini all’italiana e alle “ville di delizia”, edifici con cui nel ‘700 la nobiltà milanese manifestava l’importanza e la grandiosità del casato di appartenenza. In particolare le visite si concentreranno su Villa Carini Gervasoni (ristrutturata da Vincenzo Carini nella seconda metà dell’800 per meglio rappresentare la sua posizione sociale) e su Villa Biancani Greppi, attuale sede degli uffici comunali e conosciuta soprattutto per la sua struttura esterna.
Sempre domenica, ma questa volta alle 21, nel Santuario di S. Maria Addolorata si terrà il concerto del Grenser Ensemble, per fiati ed archi, eseguito con strumenti d’epoca.
Nelle parole dell’Assessore alla Cultura, Mariangela Mariani, che ha promosso le iniziative, le motivazioni che hanno portato anche Cernusco ad aderire alle Giornate Europee del Patrimonio: “La valorizzazione della nostra identità culturale e del patrimonio storico, artistico e ambientale della nostra città non può prescindere dall’apertura a progetti di più ampio respiro, in una rete di rapporti che superano il livello locale e fanno di Cernusco un punto di riferimento nella Martesana e non solo.”
“Ringrazio la Parrocchia e i Fatebenfratelli che si sono resi disponibili in questa collaborazione mettendo a disposizione importanti e preziosi spazi da far conoscere e visitare”, dice il Sindaco, Eugenio Comincini – “Sono lieto che la nostra città offra l’opportunità di visitare parte del proprio importante patrimonio storico e artistico, spesso ignoto o poco conosciuto al grande pubblico. Un’occasione in più per conoscere meglio Cernusco sul Naviglio e volerle ancora più bene!”

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma che fine ha fatto, nel patrimonio di Cernusco, villa Alari? Non è ancora visitabile?

Kuda -VC ha detto...

Villa Alari non è stata inclusa tra i Patrimoni visitabili nella Giornata Europea perchè la Villa è oggetto di 2 cantieri, uno esterno (di iniziativa privata) ed uno interno (relativa allo scalone e dell'affresco) che la rendono non accessibile.